Valletti on line...


Vai ai contenuti

Menu principale:


BONELLO E CHIESA

LE FRAZIONI

BONELLO ( U Bunellu )


La frazione trae il suo nome dalla parola dialettale " bun " che in genovese significa buono, cosa buona, in questo caso si può dire un posto buono, posto buono dal punto di vista agricolo essendo una zona molto pianeggiante e sopprattutto adatta alle coltivazioni agricole. Questo borgo era già presente nel 1600 ed era composto da quattro case, tre appartenenti alla dinastia dei Callegari e una della famiglia Nicora. Le case erano basse, piano terra e un primo piano, i tetti erano coperti di pietra, ( e ciappe, provenienti dal monte Chiappozzo ). Il borgo ha subito una prima trasformazione intorno agli anni venti del secolo scorso con l''ammodernamento di una casa e la costruzione ex novo di un'altra. Terminata la seconda guerra mondiale, la signora Itala Callegari metteva a disposizione del paese una parte della sua casa affinché fosse costruita una moderna scuola al servizio della frazione. Iniziarono ben presto i lavori e la scuola entrò in funzione nell'anno 1954. A parte l'area messa a disposizione dalla Signora Callegari la scuola venne realizzata col contributo della popolazione di Valletti, tutta la popolazione si prerstò alla realizzazione dell'opera con contributi in denaro ma soprattutto con giornate lavorative completamente gratuite. La scuola, un edificio imponente è costituita da un'ampio garage al piano terra, dalle aule didattiche al primo piano, di un'appartamento per la maestra al secondo. Nel garage negli anni sessanta fu aperto il primo circolo ACLI di Valletti. Negli anni sessanta sopra strada furono costruite due nuove case di civile abitazione. In questo aveva la bottega da falegname tal Giuseppe Callegari, che allievo del famoso Mingu ( Domenico De Paoli ) fu a sua volta maestro per tanti giovanmi dell'epoca, la sua bottega fu anche la prima a possedere macchinari elettrici che gli consentirono una buona mole di lavoro per quel tempo, di sua fattura sono ad esempio i serramenti della casa canonica, della scuola e dell'organo nella Chiesa di Valletti.

LOCALITA' CHIESA ( dà Gesxia )

E' abbastanza evidente che questa località trae il suo nome dalla Chiea Santuario di Sant'Anna, in effetti questa località è composta dalla Chiesa, dalla casa canonica, dal cimitero e una casa di civile abitazione. In questa localita appena fuori delle mura perimetrali del piazzale tra il 1600 e il 1630 era stata costruita una piccola cappella dedicata a San Vincenzo e Sant'Anna, in quel tempo la parrocchia di Valletti non esisteva, Valletti era una frazione di Comuneglia. Nella prima metà del 1600 i vallettini iniziarono però a costruire una Chiesa più grande dotata di fosse per la sepoltura dei morti, del campanile e di una piccola casetta che fungeva da sacrestia per la Chiesa. Terminata la costruzione della Chiesa i vallettini dotarono la Chiesa di una rendita di circa 4.500 Lire e iniziarono le pratiche per il distacco dalla parrocchia di San Pietro in Comuneglia. Nel 1695 Valletti venne separata da Comuneglia e fu dichiarata parrocchia indipendente. La casa canonica nel 1695 era nella Villa di Valletti, ma i vallettini ne costruirono prontamente una a ridosso della Chiesa. Sopra la Chiesa vi era una casa di modeste dimensioni, ma comunque abitata da una famiglia che era anche un po' la guardiana della Chiesa. Successe infatti che mentre i vallettini costruivano la loro Chiesa di notte c'era chi si divertiva a demolire i muri appena costruiti, ma quando ricevettero alcuni colpi di arma da fuoco, capirono che il gioco si era fatto pericoloso anche per il fatto che uno di loro fu sepolto proprio nelle fondamenta del muro perimetrale della Chiesa. La Chiesa subì nel tempo numerosi lavori di trasformazione così come la casa sopra la chiesa, il piazzale e la vecchia casa canonica che nel 1933 venne demolita e ricostruita cosi come la vediamo tuttora. L'economia della localita si è sempre basata sull'agricoltura e l'allevamento del bestiame.

Home Page | VALLETTI | LA STORIA | IL PAESAGGIO DI VALLETTI | LE FRAZIONI | LE CHIESE | GALLERIA FOTOGRAFICA | PROVERBI | TRADIZIONI DEL PAESE | PIATTI TIPICI | DELL'ORIGINE DELLE FAMIGLIE | L'ECONOMIA NEI SECOLI | ARTIGIANATO | COLTURE PARTICOLARI | VOCABOLARIO | TERRA DI MIGRANTI | AVVENIMENTI | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu